logo%20mulino%20scritta%20dec_edited.png

Custodire per ricordare,

conservare per conoscere

"I MULINI DELLA VALLE" piccolo museo

"I MULINI DELLA VALLE" piccolo museo

Costanza Cassanelli (ideatrice e fondatrice), con alle spalle il suo "diamante": I MULINI DELLA VALLE - PICCOLO MUSEO

MULINO

MULINO

Macina familiare fine 800.Non tutte le famiglie ne possedevano una, veniva quindi condivisa, magari in cambio di farina. Diventava così anche motivo di incontro per la comunità.

MACINA GRANDE particolare

MACINA GRANDE particolare

elettrificato in un secondo momento questo è l'ingranaggio che in origine veniva ruotato da una manovella

MULINO

MULINO

particolare

VENTOLO O BURATTO

VENTOLO O BURATTO

Il vento era la magia di questo macchinario, lo produceva facendo roteare le sue pale che contemporaneamente pulivano i il grano separando i chicchi dal resto della pianta.

VENTOLO O BURATTO

VENTOLO O BURATTO

particolare dell'' ingranaggio

MACINA A MANOVELLA

MACINA A MANOVELLA

Macina con cassettone e manovella laterale, primi del 900.

MACINA A MANOVELLA

MACINA A MANOVELLA

cassettone nel quale veniva raccolta la farina appena macinata

CILINDRO A MANO

CILINDRO A MANO

Per ammorbidire l impasto o per fare la sfoglia, o più di una contemporaneamente! Dei primi del 900, tutta fatta in legno anche negli incastri. Si può dire che fosse un primo prototipo di una semi automatica :)

MULINO MANUALE

MULINO MANUALE

Girando il bastone di legno, dal cassetto, usciva la prima farina integrale. Sotto uno sgrana pannocchie sul quale ci si sedeva a cavallo e girando la maonella l' ingranaggio separava i chicchi di mais dal resto della pianta.

MACCHINARIO SCHIACCIA ORZO

MACCHINARIO SCHIACCIA ORZO

macchinario per fare la BIRRA! Sotto alle macine di pietra ,che schiacciavano l' orzo, veniva messo un recipiente dove iniziava la fermentazione.

MACCHINARIO SCHIACCIA ORZO

MACCHINARIO SCHIACCIA ORZO

particolare

MULINO

MULINO

Ingranaggi originali del mulino elettrificato

"IL VINO DEI POVERI"

"IL VINO DEI POVERI"

Normalmente nei conventi, veniva usato dai frati per produrre "il vino dei poveri". Schiacciando le mele con la ruota dentellata si produceva il famigerato cidro.

"IL VINO DEI POVERI"

"IL VINO DEI POVERI"

particolare

MANTICE

MANTICE

Soffiava l'aria per alimentare il fuoco

IMPASTATRICE IN GHISA

IMPASTATRICE IN GHISA

dal peso improponibile,questa era l'impastatrice del nonno/papà Edoardo detto Duardein, oggi in bottega.

POSTER del 1861 "la Fiera di Savigno"

POSTER del 1861 "la Fiera di Savigno"